Blognotes 08
Blognotes 13
numero 13

Il tema del numero è "IL DOPPIO"

Pagina Archivio

di Sabatino Landi, Claudia Beacco, Maria Elena Piccin

Nel 2007 all’Istituto professionale Federico Flora di Pordenone fu girato, con la collaborazione di Cinemazero e della Regione Friuli Venezia Giulia, un video che potesse illustrare la realtà multiculturale della scuola. Allora l’Istituto Flora contava il maggior numero di studenti stranieri in una scuola superiore della provincia. Oltre trenta nazionalità erano presenti. Gli studenti intervistati raccontarono i motivi alla base del loro arrivo in Italia

di Marco Casolo

Caro AMICO, hai ingurgitato tonnellate di farmaci, senza aver mai letto i ‘bugiardini’ che fino all’anno scorso non sapevi neanche cosa fossero. Sei schedato anche alla Motorizzazione. In auto hai il Navigatore. Hai il Telepass, lo Spid, l’EasyPark, la Pec, la Tessera Sanitaria, il Conto corrente online, un centinaio di Tessere di Supermercati, profumerie, negozi di abbigliamento, librerie, cinematografi, palestre…

di Giovanni De Roia

Fotografa e graphic designer, concentra la sua ricerca artistica su realtà, persone e territori marginali, alla scoperta delle anomalie che si nascondono nell’ordinario.
“Dampness and Dust” è un’opera work in progress condotta in compagnia di Pietro Peressutti, una raccolta di incontri e di fotografie realizzate su pellicola di medio formato che un giorno diventeranno un libro stampato.

di Andrea Catto

La mostra ospitata alla Galleria Harry Bertoia di Pordenone, organizzata dal Comune e dall’Ordine degli Architetti P. P. C. di Pordenone, vuole raccontare l’opera di Giannino Furlan, un architetto che con la propria opera ha contribuito a definire l’immagine attuale della città friulana, con una serie edifici ormai parte della memoria collettiva …

di Mauro Danelli

Due amici sono soliti incontrarsi per parlare di libri.
Li chiameremo Emme e Enne: due nomi simili, molto vicini, anche perché le loro opinioni spesso potranno essere considerate interscambiabili.
Cominciamo ad ascoltarli.
M. – Ho appena terminato la lettura di “Prima di noi” di Giorgio Fontana. Lo considero un romanzo molto buono.

di Valentino Casolo

Come ogni mattina G uscì dalla porta della palazzina dove viveva. Una piccola città che chiameremo P e che potrebbe somigliare a una delle tante cittadine del centro-nord Italia, con un piccolo centro semi-storico, un fiume che lo circonda e un bel duomo nel mezzo. Oltre la via principale tante palazzine di stili disetanei, distribuite secondo traiettorie centrifughe.

di Paolo Venti

Un signore gentile mi ha regalato
qualche giorno fa’ due alveari
sciamavano le api
è la stagione
e così mi sono affacciato
al mondo delle api
e come puoi non scrivere qualcosa se ti affacci al mondo delle api?

di Mario Giannatiempo

Forse le chiese gotiche offendevano un gusto classico legato a geometrie regolari anche se statiche e pesanti, ma esprimevano una religiosità fortemente interiorizzata, cercando un rapporto con Dio facilitato da un’atmosfera straniante, una sorta di scenografia in cui tutto potesse contribuire a far sentire grande la divinità e piccolo l’uomo.

di Alessandra Santin

Fawad (e Raufi) è afghano. Ha percorso clandestinamente la rotta balcanica da Kabul all’Italia. A Pordenone è arrivato nel 2016.
Ha pubblicato un diario di quella esperienza (Dall’Hindu Kush alle Alpi. Viaggio di un giovane afghano verso la libertà (Zel Edizioni, 2018).

di Paolo Venti

È il 9 aprile 1321, siamo a Kalva, di fronte all’isola di Salsette e alla città di Thane, a una trentina di chilometri dall’odierna Mumbai. Qui assistiamo ad una disputa teologica fra il Kadì, il capo musulmano locale, e quattro francescani. Si discute di Bibbia, che i quattro hanno con sé come unico bene posseduto, e di Corano